Home Page
Home Organigramma Uffici Delibere Appalti Servizi Attivita' Mostre Scuole
Comuni Rifiuti Solidi Urbani Sportello Unico Impianti sportivi Piscina Ippodromo Feste e sagre Cultura P.I.T.
 • Servizi
NOTIZIE DAL COMUNE DI ISILI

29/01/2001 - E le falesie di Isili attirano sportivi da tutta l’Europa.

Libere arrampicate su rocce silenziose, ma anche un’ondata di turismo giovanile senza precedenti. Il free climbing, uno sport in costante crescita come numero di appassionati, ha ormai conquistato il cuore di molti sportivi del Sarcidano. . Ad Isili, per esempio, i migliori “arrampicatori” d’Europa arrivano per scalare le impervie falesie di “Su Pizzu e Nedda”: pareti calcaree che si innalzano in una stretta gola e formano suggestivi canyons.
Le falesie di Isili sono ormai famose in tutta Europa, tanto che la più importante rivista sportiva del settore, l’olandese “Limits”, nel suo ultimo numero dedica la copertina e ben venti pagine alle «suggestive pareti rocciose di Isili», descrivendo le arrampicate di alcuni tra i più grandi esperti europei di questo sport come Stephanie Bodet, Jos Leenen, Josune Bereciartu, Joachim Schlegel, Katrin Gawlas, e, naturalmente, quelle di uno dei più grandi arrampicatori del mondo: l’austriaco Arthur Cubista, l’unico ad aver scalato con successo l’impervia e inespugnabile falesia di “Tanca Farà”.
«Sono ormai quasi diecimila i cultori di questo sport che durante l’anno frequentano Isili».
Ben 14 sono i nomi dei settori di free climbing. Sono davvero suggestivi: “Pannello solare”, “Conca manna”, “San Sebastiano”, “la Mansarda”, “Urania” (considerata la più affascinante di tutte), il “paese dei Nuraghi”, “Corvo spaziale”, “il paese dei Balossi”, “Cubo magico”, “Pietra filosofale”, “Corvo solitario”, “Rosa dei venti” e la difficilissima “Tanca Farà”. Per scalarle arrivano svizzeri, francesi, tedeschi, canadesi, sloveni, olandesi e austriaci (gli allievi del maestro di arrampicata libera Arthur Cubista, che dirige una scuola di free climbing a Vienna) e naturalmente moltissimi sardi e cultori dell’arrampicata libera della penisola.
Ospite a Isili, in questi giorni, anche il direttore della rivista “Limits” Frank Sillen: «È la quarta volta che vengo qui a Isili, e considero le falesie di questo paese tra le più belle del mondo».
Isili, grazie a quelle impervie e belle falesie sta aprendo una nuova strada che coniuga la passione per lo sport con l’indotto economico. E di questi tempi non è davvero poco.

 • Rifiuti Solidi Urbani
 • Sportello Unico
 • Impianti sportivi
 • Piscina
 • Ippodromo
 • Feste e sagre
 • Sistema Bibliotecario
 • Archeologia
 • Collegamenti